Digital Gold Challenger BitGesell è ora in commercio su Hotbit Exchange

Digital Gold Challenger BitGesell è ora in commercio su Hotbit Exchange

admin 15. Juni 2020

La moneta BitGesell (BGL), il progetto di crittografia che si è dedicato a superare le carenze dell’attuale crittovaluta attraverso un’architettura decentralizzata e modelli di scarsità migliorati, si è ora guadagnata la quotazione su Hotbit Exchange, cementando ulteriormente la sua affermazione come successore di Bitcoin come vero oro digitale.

Con quest’ultima quotazione, è diventato più chiaro che gli stakeholder di tutto l’ecosistema delle risorse digitali stanno lentamente iniziando ad accettare l’idea di migliorare le funzionalità hard-coded su BGL che sono progettate per raggiungere meglio la visione di Bitcoin della scarsità e di un deposito di valore. Con le ustioni transazionali, le dimensioni dei blocchi più piccoli e le commissioni più alte per le transazioni più piccole, BitGesell sta dimostrando di essere un modello veramente valido con incentivi per ogni partecipante della rete, dai minatori agli utenti, così come per gli investitori e gli appassionati.

Ora, chiunque può possedere e detenere BGL accedendo alle offerte sul mercato aperto, consentendo un accesso pubblico e ampio all’opportunità del vero oro digitale.

Perché il ruolo di Bitcoin come oro digitale dovrebbe essere messo in discussione

Il posto di Bitcoin Trader nel settore è indiscusso. È il crittografo più liquido e il più disponibile, eppure contiene davvero i valori necessari per essere oro digitale?

Bitcoin era solito essere inviato come denaro da persona a persona, da qui il termine P2P denaro digitale, ma come le tasse per l’invio di BTC e i ritardi si accumulano man mano che la blockchain fatica a stare al passo con la domanda, un maggior numero di utenti di crittografia sta utilizzando alternative più veloci e meno costose.

Solo tre anni fa, era possibile inviare transazioni Bitcoin ed essere confermati con solo frazioni di centesimi, ma oggi, bisogna pagare dollari per essere confermati nel prossimo blocco – facendo aumentare le tariffe Bitcoin solo quest’anno più del 2.200% in media.

Mentre altri stanno ora proponendo nuove soluzioni di micropagamento come Lightning Network, questo risolve la scalabilità ma a costo di incentivi per i minatori – dato che nessuna di queste transazioni invierà alcuna commissione ai minatori, dando loro meno incentivi a continuare a garantire la sicurezza della rete. Se a ciò si aggiunge il dimezzamento dei premi ogni quattro anni, le dimensioni dei blocchi più grandi con SegWit e l’aumento del TPS man mano che l’adozione di Segwit cresce, come potranno mai i minatori fare affidamento sui sussidi o sulle tariffe dei blocchi a lungo termine?

Quando si verifica la capitolazione dei minatori, le difficoltà diminuiranno continuamente, portando la sicurezza sempre più in basso. Bitcoin può davvero memorizzare il valore a lungo termine in questo modo?

Perché la scarsità di BGL è il vero affare nell’oro digitale deflazionistico

Emma Wu, Head Developer della BitGesell, riconosce che il modello economico della Bitcoin è stato perfetto: un’offerta monetaria fissa, con l’introduzione di una nuova offerta a un tasso gradualmente decrescente, significa un modello deflazionistico che non è mai stato provato prima nella moneta moderna.

Ma il problema con il Bitcoin è che è lento a raggiungere questo obiettivo. Ci vorranno decenni prima che il Bitcoin raggiunga la sua massima offerta, e il dimezzamento avviene solo ogni quattro anni, mentre si ritiene che l’efficienza dei blocchi continuerà a crescere.

BitGesell porta la scarsità ancora più avanti. Copia i 21 milioni di monete massime di Bitcoin, ma riduce anche attivamente questa fornitura massima possibile prima ancora che ogni BGL venga estratto!

Questo avviene principalmente con quella che viene chiamata „bruciatura transazionale“, in cui il 90% di ogni BGL inviato come tassa ai minatori verrà automaticamente distrutto.

La combustione di gettoni, o la rimozione permanente dei gettoni e l’impossibilità di spenderli, è una dimostrazione di base della domanda e dell’offerta. Bruciate i gettoni e riducete l’offerta in modo permanente, aumentando la pressione sui prezzi a una domanda uguale o maggiore.

In altre parole, più la merce è scarsa, più è costosa. Proprio come l’oro.

A differenza dell’oro, però, che ha solo un tasso di estrazione annuale dell’1,8%, ma una data di estrazione molto lontana e finita, o a differenza della data di estrazione decennale di Bitcoin, il tetto di 21 milioni di BGL sarà colpito in pochi anni.

Questo, combinato con la bruciatura a gettone, tempi di dimezzamento più brevi e blocchi più piccoli, creerà un’intensa pressione deflazionistica che vedrà BGL raggiungere la visione di Bitcoin in modo più rapido ed efficiente.

In sintesi:

  • La riduzione delle dimensioni dei blocchi al 10% dei blocchi Bitcoin, combinata con tariffe molto più alte, assicura che le persone utilizzino la BGL solo per le grandi transazioni. Questo mantiene i minatori incentivati e premia i detentori.
  • Aumento della deflazione dell’offerta con la masterizzazione delle transazioni, rimuovendo il 90% di tutte le tariffe dal sistema.
  • Dimezzamento annuale per raggiungere l’azzeramento delle emissioni in pochi anni.

Inoltre, un portafoglio comunitario che è specificato nel blocco della genesi della BGL riceverà fondi per la crescita futura, per sviluppare e garantire la prosperità dell’ecosistema. Tutti i fondi da e per qui sono pubblicamente ricercabili sulla blockchain e saranno riportati alla comunità come parte dell’impegno della BGL a costruire ed espandere l’infrastruttura della blockchain.